Corsa alla spada 12-21 Maggio 2017

corsa, spada, camerino, sagre, rievocazioni, storiche,

Le più antiche notizie di festeggiamenti civili per la festa del patrono di Camerino San Venanzio, risalgono al XIII secolo, e si riferiscono a luminarie, a offerte di ceri ed altri oggetti, all’accensione di un grande fuoco nella piazza antistante la Chiesa dedicata al Santo la sera della vigilia della festa patronale, e nel giorno 18 maggio a corse a cavallo e a piedi, a giostre, gare ed esibizioni di abilità. Le manifestazioni civili  nel giorno della festa erano quattro.

Il primo gioco era una corsa a cavallo, che prendeva le mosse da un luogo fuori città che ancora oggi si chiama “Le Mosse” e si concludeva davanti la chiesa di Santa Maria in Via, ove era issato un pallio di seta del valore di venticinque scudi, prezioso premio per il primo arrivato.

La sera del 17 maggio, vigilia della festa del Patrono, muovono dalle rispettive sedi separati cortei che, in sfarzosi costumi d’epoca, al lume delle torce, con vessilli, chiarine e tamburi, passano per le vie del centro medioevale, interamente pavesate di drappi e stemmi per condurre nella Basilica di San Venanzio ove ha luogo la cerimonia dell’Offerta dei Ceri alla fabbriceria della chiesa. Seguono nella piazza antistante la lettura del bando della Corsa alla Spada e Palio e l’accensione del Focaraccio, tra squilli di trombe e rullo di tamburi.

Fonte: Leggi qui il programma completo (provvisorio) nella pagina ufficiale dell’evento.