Offida, tra i borghi più belli d’ Italia.

offida, municipio, comune,

Offida, oggi piccola cittadina di circa 5 mila abitanti, sembra abbia origini incerte.

I primi documenti storici, risalgono al periodo degli attacchi dei Longobardi che costrinsero gli abitanti, a costruire fortificazioni sulle colline del territorio, tra il 500 ed il 600 dC.

La cosa misteriosa è che vi siano nel territorio offidano, tombe e vestigia romane che sembra risalgano al V sec. aC.

Offida è anche culla di una lunga tradizione che viene tramandata di madre in figlia, fin dalla nascita della città, ovvero quella del “merletto a Tombolo”.

Troviamo infatti all’ingresso della città ad accoglierci una raffigurazione in bronzo delle “merlettaie”.

Cosa dire, una bellissima piazza sovrastata dal bellissimo palazzo comunale, dalla chiesetta dell’Addolorata e dal bellissimo teatro del Serpente Aureo, ed adiacente l’ imponente chiesa della Collegiata.

Ma forse uno dei simboli monumentali di Offida è proprio la chiesa di Santa Maria della Rocca,

costruita a strapiombo su dirupi, in stile romano-gotico, all’ estremo occidentale dell’abitato, nel 1300 circa, sopra una preesistente chiesa benedettina.

affida-ascoli-piceno

Consigliamo una visita anche al Santuario di S. Agostino, (che ospita il miracolo eucaristico della chiesa di S. Croce di Lanciano), alla chiesa della Madonna del Suffragio, al monastero di S. Marco, al Santuario del Beato Bernardo presso il convento dei cappuccini.

Per gli appassionati di reperti e di storia, i musei di Offida:

Museo archeologico “Guglielmo Allevi”, all’interno del Palazzo comunale conserva reperti del paleolitico, neolitico, età del bronzo e della civiltà picena,

la Pinacoteca civica, il Museo delle tradizioni popolari, allestito nei locali sotterranei dell’ex convento di Sant’Agostino,

il Museo del merletto a tombolo offidano,

il Museo Aldo Sergiacomi nello studio che fu dello scultore offidano specializzato in opere di arte sacra in marmo e bronzo.

Altro importante aspetto di Offida, ed ora si parla di tipicità sono l’Offida Rosso, la Passerina ed il Pecorino, tutti rigorosamente DOCG, di cui vi ho parlato in un altro articolo (clicca qui per leggerlo).

Non dimentichiamo gli eventi più importanti che vengono celebrati ogni anno nel Borgo:

Consigliatissimo il Carnevale storico offidano: dal giovedì al martedì grasso,

per i più religiosi la “Croce Santa” il 3 maggio, commemorazione del Miracolo Eucaristico di Lanciano, la festa del Patrono il 9 Novembre San Leonardo di Noblac,

Le Cove, nel mese di agosto, ovvero la festa del grano, di antica tradizione contadina,

la Sagra del chichì ripieno antico piatto tipico, la prima domenica di Agosto,

e per finire la Mostra mercato del “vino dei colli piceni” nei primi giorni di Settembre.

Qui puoi vedere anche la guida turistica, dal sito ufficiale del turismo di Offida.

Qui trovi il video dei Borghi più belli d’Italia e la presentazione di Offida.

Dove dormire per la tua vacanza  a Offida, delle belle offerte per te da Booking.