Stoccafisso all’ anconitana, tradizione antica

stoccafisso, marche, ricetta, mangiare,

Lo Stoccafisso all’anconitana è uno dei piatti tipici della nostra tradizione.

Esiste anche un’ accademia dello stoccafisso all’anconitana, che ne protegge la ricetta originale, e organizza annualmente dei Contest alle quali partecipano i vari ristoranti della città.

Ancona è da sempre uno dei porti pescherecci più importanti d’Italia.

La tradizione di questa ricetta risale a quando le navi di Ancona si spingevano fino ai fiordi norvegesi, che per non fare il viaggio di ritorno senza carico, importavano grandi quantità di stoccafisso, che poi veniva consumato dagli abitanti della città, specialmente durante la Quaresima.

La ricetta

quantità consigliate per 4 persone

1 Stoccafisso Di 1,ooo gr. Ammollato E Scolato
50 G Acciughe Sotto Sale
1,ooo G Patate
600 G Pomodorini Pachino
1 Cipolla
6 Spicchi d’Aglio
1 Mazzo di Prezzemolo
Alcuni Rametti di Rosmarino
1 Pugno di Capperi
2 Manciate di Olive Nere
50 Cl di Vino Bianco Secco
100 Cl di Olio D’oliva Extra-vergine

Preparazione

Preparare lo stoccafisso, diliscandolo e tagliandolo a pezzi regolari di circa 8 centimetri.

Sbucciare e tagliare a grossi spicchi le patate.

Con la cipolla, il prezzemolo, il rosmarino, l’aglio, i capperi, le acciughe, preparare un battuto finissimo e diluitelo con olio extra-vergine d’oliva e lasciare soffriggere a fuoco medio-basso.

Quando il trito risulterà imbiondito, aggiungere lo stocco, i pomodorini, e proseguire la cottura per circa un ‘ora a fuoco molto basso.

Poi aggiungere le patate tagliate a spicchi grossi, un pò d’acqua, e continuare la cottura per circa un’ altra ora sempre a fuoco basso, senza mescolare nè muovere la pentola.

Se siete amanti del piccante, una piacevole nota di peperoncino servirà ad esaltare la squisitezza del piatto.

Lasciate riposare la pietanza almeno per una mezz’ora prima di portarla in tavola, spolverate con una manciata di prezzemolo fresco e buon appetito!

stoccafisso, marche, ricetta, mangiare,